0

Donnafugata Chiarandà 2017

25,00

Chiarandà 2017

Collezione Eleganza Mediterranea: raffinate interpretazioni del terroir. Chardonnay dall’animo mediterraneo, Chiarandà 2017 offre un bouquet complesso con note di pesca gialla e fiori di campo, unite ad eleganti sentori dati dal lungo affinamento. Un bianco di lunga persistenza, ricco di sfumature e dal grande potenziale di invecchiamento.

  • DENOMINAZIONE: Chardonnay Contessa Entellina DOC Sicilia.
  • UVE: Chardonnay.
  • ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-occidentale, Tenuta di Contessa Entellina.
  • TERRENI E CLIMA: altitudine da 200 a 600 m s.l.m; orografia collinare; suoli francoargillosi a reazione sub-alcalina (pH da 7,5 a 7,9) ricchi in elementi nutritivi (potassio, magnesio, calcio, ferro, manganese, zinco) e calcare totale da 20 a 35%. Inverni miti; estati asciutte e ventilate con forti escursioni termiche tra il giorno e la notte.
  • VIGNETO: allevamento a controspalliera con potatura a cordone speronato, lasciando da 6 a 8 gemme per pianta. Densità di 5.000 – 6.000 piante/ettaro, con rese di circa 50 -60 q.li/ha.
  • ANNATA: nell’annata 2017 si sono registrati 555 mm* di pioggia, un dato che si colloca un po’ sotto la media di 662 mm**. Le piogge si sono concentrate prevalentemente in autunno ed in inverno e pertanto, nei mesi di giugno e luglio, si sono effettuate irrigazioni di soccorso; le vigne hanno così potuto completare il ciclo vegeto-produttivo in modo regolare. Le temperature, in particolare tra luglio ed agosto, sono state superiori alle medie stagionali e ciò ha determinato un anticipo di 1-2 settimane delle epoche di maturazione di tutte le varietà coltivate. Nonostante i picchi delle temperature massime, in questo periodo dell’estate, le buone escursioni termiche tra il giorno e la notte hanno dato uve sane e con un’ottima maturazione aromatica e fenolica. *A Contessa Entellina i dati pluviometrici di ogni annata sono calcolati dall’1 ottobre al 30 settembre dell’anno successivo e sono rilavati dal SIAS, Servizio Agrometeorologico Siciliano; **media calcolata dalla vendemmia 2003 a quella del 2017.
  • VENDEMMIA: raccolta manuale in cassette con attenta selezione delle uve in vigna. Lo Chardonnay destinato alla produzione del Chiarandà è stato raccolto nella prima decade di agosto.
  • VINIFICAZIONE: la fermentazione è svolta in acciaio alla temperatura di 16-17°C. Affinamento 8 mesi sul feccino nobile, parte in rovere (65%, barrique di primo e secondo passaggio) e parte in vasche di cemento (35%); infine in bottiglia per almeno 14 mesi.
  • DATI ANALITICI: alcol 13,35 % vol., acidità totale 5,4 g/l., pH: 3,27
  • NOTE DI DEGUSTAZIONE (2/7/2019): dal colore giallo paglierino, offre un bouquet complesso con note di frutta a polpa gialla (pesca), fiori di campo (ginestra) ed eleganti sentori dati dal lungo affinamento (nocciole e burro). In bocca è ampio e strutturato, con una piacevole trama sapida e minerale. Un bianco di lunga persistenza, ricco di sfumature e dal grande potenziale di invecchiamento.
  • LONGEVITÀ: oltre 15 anni.
  • CIBO & VINO: ideale con piatti di pesce, anche affumicati, e carni bianche; da provare con risotti, legumi e formaggi di media stagionatura. Servirlo in ampi calici di buona altezza. Ottimo a 11 – 13°C.

You may also like…

×